Scarica il calendario ufficiale della Serie A 2017-2018

ad3 FB 728 x 90 multimedia notext 1
Autografi

La doppia Zeta di Zaras e Zanetti

La doppia Zeta di Zaras e Zanetti
ad4 FB 160 x 600

Un altro campione su Fantabig: l'incantevole Zaras è con l'eterno capitano dell'Inter Javier Zanetti!

Cogliamo l'occasione per rinnovare l'invito a tutti:

Ti capita di incontrare un calciatore? Chiedigli un autografo con dedica a Fantabig e ai suoi fantallenatori, scatta una foto con lui e inviaci il tutto all'indirizzo
Il materiale pervenuto offrirà lo spunto per creare una nuova sezione su Fantabig: tu e il tuo eroe finirete online!

Non perdere altro tempo, vai a caccia di campioni!

Chi è Javier Zanetti?

Zanetti al Banfield

Javier Adelmar Zanetti nasce a Buenos Aires il 10 agosto del 1973 da una famiglia non affatto benestante e ha dovuto sudare e soffrire per coronare il suo grande sogno di diventare calciatore.
Nel 1982 arriva la prima chiamata: un dirigente dell’Independiente gli offre un contratto che il difensore non può rifiutare. Dopo 7 anni di attività, però, viene scaricato a causa del suo esile fisico.
Così comincia ad aiutare il padre muratore nel suo lavoro e questo gli permette di rinforzare i muscoli.
Proprio il genitore lo convince a riprovare e l'argentino trova una nuova maglia, quella del Talleres.
Qui si mette in mostra, tanto da essere promosso in prima squadra.
Nel 1992 arriva l'esordio nel calcio che conta.
Con la maglia del Talleres vanta 33 presenze ed 1 gol.

L'anno dopo viene ingaggiato dal Banfield e indossa per la prima volta la maglia numero 4, maglia che l'accompagna tutt'ora nelle sue galoppate verso le porte avversarie.
Durante la tournée estiva Zanetti apprende la notizia dell'interessamento dell'Inter.
Con la maglia del Banfield vanta 66 presenze e 4 gol.

Zanetti all'Inter

Nel maggio del 1995 arriva il grande salto, Moratti lo porta a Milano.
Bianchi, allenatore dell'epoca, punta subito sul ventiduenne e lo fa esordire in massima serie contro il Vicenza in quella che diventerà la sua casa.
Il primo gol arriva il 3 dicembre dello stesso anno sotto la gestione di Hodgson contro la Cremonese.
La sua prima stagione con la maglia a strisce lo vede protagonista, tanto da meritare di diritto il posto da titolare in campo e un posto nel cuore dei tifosi; chiuderà l'annata con 32 presenze e 2 gol.
Nel Campionato 1996/1997, dopo essere stati in testa per gran parte della stagione, gli uomini di Simoni lasciano il passo alla Vecchia Signora, chiudendo al secondo posto.
In Coppa Uefa, invece, in finale c'è da vedersela con la Lazio; il secco 3 a 0 per la squadra di Milano annovera tra i marcatori proprio Javier che sigla il 2 a 0.
A 27 anni, nella stagione 1999/2000, Javier diventa il capitano dell'Inter, complice il ritiro di zio Bergomi.
La squadra dell'argentino chiuderà al 4° posto con il Parma che sarà battuto nello spareggio per accedere alla Champions.
La finale di Coppa Italia sarà amarissima in quanto la Lazio riuscirà ad alzare la coppa proprio contro i neroazzurri.
Durante la preparazione estiva subisce un brutto infortunio che lo terrà lontano dal campo di gioco per un bel po’: la sua squadra verrà subito buttata fuori dalla Champions nei preliminari e perderà la Supercoppa Italiana ancora contro la Lazio.

Zanetti in Supercoppa

Nella Serie A 2001/2002 arriva la prima cocente delusione: il 5 maggio, nell'ultima partita di campionato, l'Inter perde in casa della Lazio per 4 a 2 mentre la Juventus e la Roma vincono scavalcandola.
I nerazzurri finiranno al terzo posto un campionato che sembrava già vinto.
Il pallone d'argento che aveva ricevuto qualche mese prima non riesce ad alleviare le sofferenze per lo scudetto sfumato.
Nel 2003, in Champions, la semifinale contro i cugini sarà la batosta più grande da quando veste la maglia a strisce.
Nel 2005, in Coppa Italia, l'Inter sconfigge la Roma nel doppio confronto e alza il trofeo al cielo.
Subito dopo arriva anche la Supercoppa contro i rivali storici della Juventus.
Questa stagione è macchiata dallo scandalo calciopoli; l'Inter, benché fosse arrivata terza, si vede assegnare lo scudetto a tavolino a causa delle penalizzazioni inflitte alla Juventus e al Milan.
La ciliegina sulla torta è il secondo trionfo consecutivo in Coppa Italia.
Nella prima uscita del 2006 alza al cielo la Supercoppa italiana.
In quell'anno "l'Inter dei record" conquista lo scudetto totalizzando il massimo di punti in una singola stagione: ben 97.
Nella stagione seguente i nerazzurri si aggiudicano la Supercoppa, mentre in campionato ingaggiano una battaglia a due con la Roma che cercherà in tutti i modi di strappargli il titolo.
Nello scontro diretto Javier ha il merito di siglare il pareggio con un destro dal limite dell'area.
Il 18 maggio il capitano alzerà ancora lo Scudetto.
L'annata seguente ennesima Supercoppa in bacheca; ai rigori l'Inter piega i giallorossi e il rigore decisivo sarà Javier a segnarlo, il dato singolare è che questo è stato il suo primo rigore in carriera.

Zanetti al triplete

La stagione 2009/2010 sarà l'anno del “triplete” sotto la guida di José "Special One" Mourinho.
L'annata comincia male: la Lazio gli strappa la Supercoppa.
Il resto della stagione sarà da incorniciare: il 5 maggio arriva la Coppa Italia contro la Roma, il 16 maggio arriva lo Scudetto sul campo del Siena e il 22 dello stesso mese arriva il trofeo più importante del continente; l'Inter supera in semifinale il Barcellona, campione in carica, e poi il Bayern di Monaco nella finalissima di Madrid.
Il 16 aprile Javier taglia lo storico traguardo delle 500 presenze con la maglia a strisce.
L'anno dopo ancora trionfi per Zanetti: Supercoppa, Coppa Italia e Mondiale per Club.
La stagione 2011/2012 chiude un ciclo; l'Inter non riesce a vincere niente, terminando al sesto posto in Campionato e accedendo alla terza fase preliminare per l'Europa League.
Nella stagione in corso i nerazzurri non se la passano molto bene: tra esaltanti vittorie in rimonta, pessime sconfitte interne ed infortuni ad iosa la squadra di Milano è al 5° posto a quota 50 a pari merito con la Lazio.

Zanetti Stramaccioni

Javier, con la maglia dell'Inter, vanta un bel po’ di record, questi i principali:

  • Giocatore con più presenze: 841.
  • Giocatore con più presenze in Serie A: 603.
  • Giocatore con più presenze in Supercoppa Italiana: 7.
  • Giocatore con più presenze nelle Competizioni UEFA per club: 160.
  • Giocatore con più presenze in UEFA Champions League: 105.
  • Giocatore con più presenze nei derby di Milano: 46.
  • Marcatore più anziano della UEFA Champions League: 37 anni e 71 giorni.
  • Marcatore più anziano della Coppa del mondo per club FIFA: 37 anni e 127 giorni.
  • Giocatore con più stagioni da capitano: 14.
  • Giocatore più vincente della storia dell'Inter con 16 trofei conquistati: 5 Campionati italiani, 4 Coppe Italia, 4 Supercoppe italiane, 1 Champions League, 1 Coppa UEFA e 1 Coppa del mondo per club.

 

Quest'anno in Campionato Javier vanta 30 presenze e nessun gol con una media voto di 6.

Smoking - 8 Apr 2013
Condividi la rubrica con i tuoi amici

Lascia il tuo commento

  • effettua il login oppure iscriviti
ad 468 x 60

Ultime rubriche Leggi tutte

2016
16
Mag
Attribuzione assist
Juventus - Sampdoria 5 - 0 Gol di Evra (1-0) Punizione dalla trequarti e rete di Evra che in tuffo insacca. Nessun assist Gol di Dybala (2-0) Rigore e gol di Dybala.Nessun assist Skriniar rigore causato Mandzukic rigore procurato Mandzukic...
2016
08
Mag
Attribuzione assist
Inter - Empoli 2 - 1Gol di Icardi (1-0) Palla dentro di Perisic per Icardi che non sbaglia. Assist di Perisic Gol di Pucciarelli (1-1) Palla di Maccarone per Pucciarelli che pareggia. Assist di Maccarone Gol di Perisic (2-1)Tiro di Jovetic,...
2016
02
Mag
Attribuzione assist
Udinese - Torino 1 - 5 Gol di Jansson (0-1) Angolo e testa di Jansson. Nessun assist Gol di Acquah (0-2) Acquah recupera palla e si invola verso la parto, tiro violento e raddoppio. Nessun assist Gol di Felipe (1-2) Angolo, Fernandes prolunga e...
2016
29
Apr
Consigli formazioni
Bentrovati amiche ed amici di Fantabig. Appassionati di calcio, anzi, diFantacalcio. Alcune leghe hanno già i loro vincitori, ma in tante altre si staancora giocando e ci sono in palio punti preziosissimi. Oggi dedicheremo lenostre attenzioni...
2016
25
Apr
Attribuzione assist
Inter - Udinese 3 - 1Gol di Thereau (0-1)Gran lancio di Badu e Thereau di prima in corsa insacca il vantaggio. Assist di Badu Gol di Jovetic (1-1)Gran giocata di Icardi che se ne va sul fondo mette al centro per Jovetic che pareggia. Assist di...
ad 728 x 90